Tel: 0332 1880562 - E-mail: environment@gruppobini.it - WhatsApp: 348 5478013

  • Home
  • News
  • Come ottenere la certificazione "bio"? Tutto ciò che c'è da sapere
Come ottenere la certificazione "bio"? Tutto ciò che c'è da sapere

Come ottenere la certificazione "bio"? Tutto ciò che c'è da sapere

I dati parlano chiaro e rispecchiano una tendenza sempre più importante per il nostro Paese. Come emerso dall’evento "AspettandoRivoluzioneBio", tenutosi lo scorso luglio, l’Italia risulta essere il secondo esportatore di prodotti biologici nel mondo ed il primo in Europa.

L’etichetta “biologico” è però un certificato importante e ricco di requisiti da rispettare per poterla ottenere.

Gli alimenti certificati “bio” devono innanzitutto possedere almeno il 95% dei prodotti che lo costituiscono che provengano da aziende che operano seguendo il cosiddetto “metodo biologico”.

Tutti i requisiti di rispetto per l’ambiente e per l’uomo che genericamente definiscono il concetto di “biologico” sono rigidamente definiti da un complesso sistema di controllo europeo.

Approfondiamo qui tutti i passaggi necessari per poter aprire un’azienda agricola biologica e diventare agricoltori biologici.

Diventare agricoltori biologici: marchio e certificazione

Per chi ottiene la certificazione bio, il primo riconoscimento a cui puntare è il marchio.

Si tratta di un’icona con sfondo verde, su cui campeggia una foglia il cui contorno è composto dalle stelle dell’Unione Europea.

Proprio la UE ha reso obbligatorio, dal 2007, l’utilizzo del marchio comune del biologico.

Per ottenerlo è necessario certificare, per i prodotti confezionati, che contengano almeno il 95% di ingredienti BIO.

Non solo: deve essere inoltre riportato il codice dell’organismo di controllo e l’origine (Italia/UE/non UE) degli ingredienti che costituiscono il prodotto.

È uno dei 19 enti di certificazione, organismi di controllo autorizzati dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf), che deciderà se un’azienda rispetti tutte le normative relative al BIO.

Prima di arrivare ai controlli che porteranno all’ottenimento della certificazione, è bene conoscere il quadro normativo di riferimento al metodo di produzione biologica.

I regolamenti fondamentali sono due:

  • Reg CE 834/07; questo è il punto di partenza imprescindibile. Obiettivo fondamentale è quello di incentivare agricoltori e allevatori a non usare prodotti chimici di sintesi nei processi produttivi;
  • Reg CE 889/08; illustra le modalità di applicazione del regolamento CE n. 834/2007 del Consiglio relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e controlli.

Il rispetto dei suddetti regolamenti è obbligatorio per poter intraprendere la strada che porterà alla certificazione di azienda agricola biologica.

Requisiti ed iter di certificazione biologica

L’ente certificatore che abbiamo visto qualche riga fa, andrà a verificare in prima istanza il rispetto di alcuni requisiti imprescindibili:

  • La coltivazione di prodotti vegetali non deve comprendere in alcun modo l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi;
  • Non devono essere utilizzati mangimi o farmaci veterinari non citati dal Reg 834/04;
  • Sono tassativamente vietati gli OGM;

L’azienda dovrà inoltre:

  • comunicare la propria attività;
  • comunicare il programma di produzione e trasformazione;
  • rispettare la normativa vigente;
  • predisporre la documentazione necessaria;
  • attendere il periodo di conversione, che potrebbe durare dai 2 ai 3 anni;
  • dare libero accesso all’OdC (organismo di controllo) a tutte le fasi di produzione e trasformazione ai fini dell’ispezione.

Dopo una valutazione preliminare ed una verifica ispettiva, l’organismo di controllo si coordina con l’ente certificatore e rilascia il certificato BIO.

Non è ancora finita: un’altra importante fase che determina il mantenimento della certificazione è senza dubbio quella del controllo e della sorveglianza: ci sono infatti veri e propri audit che verificheranno il confermato possesso dei requisiti necessari.

Saturno Srl - P. IVA: 03161410125 - Via per Caravate, 1 - 21036 - Gemonio (VA)

Sede operativa: Via Trieste, 100 - 21023 - Besozzo (VA) - Tel: 0332 188 0562

Informativa privacy  |  Area riservata